team

Jacopo Belli

Jacopo Belli, classe ’83, pubblica il 18/05/2018 con Hydra Music il suo primo album “dalla soffitta alla luna”, frutto di un percorso artistico intrecciato con il teatro.
Il giovane toscano inizia a studiare Teatro con “Isole comprese” e successivamnente si forma con altri maestri: Marcello Cappelli, Naira Gonzales, Pippo del Bono e Pepe Robledo, Teatro dei Venti, Kinkaleri, Cristina Rizzo, Andrè Casaca, Silvia Pasello, Daria Deflorian e altri.
Dal 2007 crea come regista spettacoli e performances basate su interazioni di linguaggi e sperimentazione.
Dal 2012 lavora come performer in cabaret, compagnie teatrali e circensi e studia musica con Papi Thiam, Patrick Vaillant, suonando in vari progetti attivi di ricerca musicale.
Inoltre, arricchisce il suo curriculum artistico con comparse in diversi film, tra i quali Inferno di Ron Howard.
Nel 2015 con Elena Vannucci da vita alla compagnia “Teatro di natura” e l’anno seguente dirigono e organizzano il festival 2016 “Dritto al cuore” in sei appuntamenti con artisti tra i quali: Giuliano Scabia, Vincenzo Fiore Marrese, Francesca Matteoni.
In questo festival debutta lo spettacolo di Jacopo Belli ed Elena Vannucci, “Equilibrio particolare – primo studio”
Jacopo collega la sua passione teatrale con l’attenzione per l’integrazione sociale, specie per i disabili e per i migranti, spesso ai margini del quotidiano.
Nel 2017 firma come regista lo spettacolo “Viaggio migrante”, coreografia di Sauro Lascialfari e musica di Pietro Paolo del Luce, andato in scena a Gennaio presso Officina giovani/Prato, nell’ambito del percorso di laboratorio “animando” che ha coinvolto venticinque migranti del territorio pratese ospitati dalle cooperative “pane e rose ” ed “opera 22”. – Con Elena Vannucci firmano le regie di “radici per volare!”, andato in scena al Teatro parrocchia di Galcetello/Prato a Giugno 2017, restituzione finale del progetto “dritto al cuore!”, che ha visto la partecipazione di ragazzi e ragazze con disabilità fisica e psichica ospiti dei servizi della cooperativa sociale “humanitas” e dei suoi operatori. – A Luglio 2017 debuttano con lo spettacolo omonimo e conclusivo del primo anno di laboratorio “La barca delle storie”, che ha coinvolto otto ragazzi stranieri ospiti dei servizi di accoglienza della cooperativa “gli altri” residenti sul territorio di Pistoia.